PIPER J3C-65 € 179,00

Piper J3C
l Piper J3C-65 è il velivolo col quale l’Aero Club Milano riprese l’attività nel 1947 recuperandone tre esemplari in un campo di residuati bellici, trasferiti in volo da Napoli dopo numerose peripezie: uno di quei tre velivoli, I-MALU, è sopravvissuto agli anni ed è stato donato a Aero Club Milano che lo ha tenuto e operato fino a poco tempo fa, e con orgoglio lo tiene nella sua flotta come testimonianza della lunga storia aviatoria del Club.

 

Monomotore ad ala alta a costruzione mista (legno, metallo e tela), biposto in tandem, il Piper J3C-65 è stato concepito come velivolo militare da collegamento e osservazione, offrendo semplicità di condotta ed economia operativa.

Il motore Continental da 65HP viene avviato lanciando l’elica a mano, come agli albori dell’aviazione. I-MALU è un prezioso cimelio storico che Aero Club Milano è orgoglioso di poter offrire ai soci.

Particolare del gruppo motoelica del Piper J3C-65 I-MALU.

I-MALU chiarimenti sulle regole di utilizzo

  • Tutti i soci in regola con le modalità di prenotazione possono chiedere di volare su I-MALU.
  • Se il socio è in possesso dell’abilitazione TW (Tail Wheel) può chiedere al pilota accompagnatore di sedere dietro, ovvero al posto del PIC, e segnare il volo sul logbook come PIC. In tutti i casi sarà il pilota accompagnatore a decidere se sarete dietro oppure davanti (comunque nella pratica si pilota da entrambi i posti). La ragione è che nel 1939 i percentili e il peso delle persone erano inferiori a quello odierno, per esempio.
  • Il volo sarà a doppio comando per decisione del Consiglio (aeromobile di 81 anni, storico e motore in rodaggio, freni sui tacchi dei pedali, lancio a mano dell’elica, non esiste radiatore dell’olio).
  • Il pilota accompagnatore sarà una delle persone scritte come titolari nel Permesso di Volo, e per scelta del Consiglio, un istruttore. Attenzione che su I-MALU per legge è potenzialmente istruttore chiunque figuri nel Permesso di Volo.
  • I-MALU non fa parte della flotta ATO in quanto è aeromobile registrato in categoria SOA (Storico Orfano Amatoriale). Quindi con Lidia non è possibile svolgere addestramento riconosciuto da ENAC né qualsivoglia attività commerciale. (Pensate che invece in Germania e Francia sui velivoli Annex 1 è possibile fare anche il PPL).
  • I riferimenti normativi sono: il Regolamento basico dell’aviazione civile dell’UE, ovvero la CE 1139/2018 Annesso 1, la Circolare ENAC NAV-15F, il regolamento del Club Aviazione Popolare, tutti disponibili online gratuitamente.

Q&A

Mai salito prima su un Piper L4 / J3 o simile TW, posso prenotarlo?

Certamente, volerai non PIC.

Avevo sul logbook I-MALU prima della sua rimessa in linea, posso chiedere di sedere dietro?

Certamente, se in possesso anche di training TW (che prima del 2003 non esisteva) potrai anche segnarti come PIC.

Perché è stato rimesso in linea come SOA?

Perché Piper Aircraft da oltre vent’anni non segue più l’aeronavigabilità del modello L4/J3, e il reperimento di ricambi è divenuto estremamente costoso e complesso. Fortunatamente questo aeroplano è un’icona dell’aviazione popolare e pertanto negli USA il mercato di parti realizzate come le originali, ma con materiali migliori, è vasto. La registrazione come SOA esula dal controllo di ENAC se non per l’emissione del Permesso di Volo e il riconoscimento del Programma di Manutenzione. Ma per decisione del Club il nostro CAMO è tra i titolari del PdV e quindi dal punto di vista della manutenzione Lidia è mantenuta come tutti gli altri aeromobili della flotta, con il vantaggio di poter scegliere i ricambi su un mercato più ampio e meno costoso, con una gestione facilitata rispetto agli altri aerei.

Mi piace molto, esiste una comunità di appassionati del J3?

Certamente, anche qui su Facebook: https://www.facebook.com/groups/567309443291963/ un gruppo al quale ovviamente Lidia (sn 11950) è già registrata!

Quanto vale la nostra Lidia?

Nello stato attuale attorno ai 35-40.000 dollari poiché originale, avendo poi il motore rifatto da poco. Gli esemplari perfetti e originali arrivano a 65.000 dollari, mentre quelli volanti con lavori da fare attorno ai 25-30.000 dollari.

Ci saranno dei lavori da fare in futuro?

Certamente, per esempio le tele che ricoprono ali e fusoliera, ecco perché il costo è 170 euro /ora, per poter accantonare quanto sarà necessario spendere per tenerla sempre in linea di volo.

Faremo la giornata dedicata a Lidia?

Certamente, il lockdown e le ferie ravvicinate ci hanno costretto a rimandare l’evento, che sarà programmato da settembre. Stay tuned…

Chi sono i proprietari di I-MALU?

Sono i soci dell’Aero Club Milano, esattamente come prima.

Che cosa succede se uno dei titolari del PdV lascia il club?

Si chiede ad ENAC, tramite CAP, l’emissione di un PdV aggiornato.